Le Startup Innovative: capiamo di cosa si tratta!

Le Startup Innovative: capiamo di cosa si tratta!

Introduciamo le Startup innovative

Durante una delle lezioni di Digitalizzami 2.0, insieme all’avvocato Vincenzo Aglialoro, abbiamo affrontato l’affascinante, seppure complesso, tema delle Start-up Innovative!

In questo post ripercorriamo in maniera sintetica la lezione e le principali nozioni condivise, sia per i nostri studenti che per i semplici curiosi…

Per iniziare vi proponiamo alcune nozioni di base, cruciali per districarsi nel mondo delle startup, andiamo poi alla scoperta degli Enti, ed entriamo infine nel merito della materia delle startup!

 

Capacità giuridica

E’ la capacità di una persona di essere titolare di diritti e di obblighi e spetta ad ogni uomo in quanto si acquista al momento della nascita. Può essere limitata in alcuni casi, sempre nel rispetto della legge e della Costituzione.

 Capacità di agire

E’ la capacità di disporre dei propri diritti e di assumere impegni mediante le manifestazioni di volontà, spetta ad ogni uomo e si acquista al compimento della maggiore età. Può essere limitata in alcuni casi: interdizione e inabilitazione.

Rapporto giuridico

È la relazione tra due o più soggetti/persone che dispongono dei propri diritti e/o assumono impegni, efficaci nel rispetto della legge.

Persona fisica

È il soggetto titolare della capacità giuridica e della capacità di agire

È il soggetto che, mediante l’espressione della propria volontà, può porre in essere un rapporto giuridico, meglio definito NEGOZIO GIURIDICO o CONTRATTO. È tutelata dalla Carta Costituzionale.

Persona giuridica

È l’insieme di più persone che si aggregano per perseguire determinati obiettivi di interesse comune: è un’aggregazione/associazione. Può, mediante l’espressione di volontà, porre in essere un rapporto giuridico, meglio definito NEGOZIO GIURIDICO o CONTRATTO. È tutelata dalla Carta Costituzionale.

 

Gli enti

Durante una delle lezioni abbiamo appurato che i cittadini sono liberi di associarsi anche senza autorizzazione, a meno che non violino la legge. La repubblica garantisce infatti i diritti sia ai singoli che alle formazioni sociali.

Queste “aggregazioni/ associazioni” vengono definite Enti e ciascuno di questi enti ha una personalità giuridica. Nel linguaggio giuridico l’Ente è uguale alla persona giuridica ed è un organismo intermedio tra individuo e Stato (formazioni sociali).

Gli enti si distinguono in quelli che hanno personalità giuridica (sono quelli che hanno la capacità giuridica, ottenuta, di regola, tramite riconoscimento o iscrizione nel registro delle imprese) e enti senza personalità giuridica (enti di fatto non riconosciuti, e società di persone).

Si ha poi un’ulteriore distinzione tra persone giuridiche pubbliche, persone giuridiche private e privati che non hanno personalità giuridica.

Per fare ulteriore chiarezza vi suggeriamo di dare un’occhiata alla classificazione delle persone giuridiche.

Di seguito vi proponiamo due ulteriori nozioni per chiarire il rapporto tra patrimonio ed ente. Avere ben chiara la distinzione tra le due forme di Autonomia Patrimoniale è davvero cruciale! 

Autonomia Patrimoniale Perfetta

si ha quando il patrimonio dell’ente e quello delle persone che lo compongono è separato e distinto.

Pertanto, dei debiti contratti dall’ente non rispondono i membri con il loro patrimonio personale, e viceversa. Tale fenomeno non si verifica in tutti i tipi di persone giuridiche, ma solo nelle società di capitali.

Autonomia Patrimoniale Imperfetta

si ha quando il patrimonio dell’ente e quello delle persone che lo compongono non è separato in modo netto. Pertanto, dei debiti contratti dall’ente possono rispondere anche i membri con il loro patrimonio personale.

 

Anche se complesse, queste nozioni di Diritto sono fondamentali per introdurre le StartUp Innovative così da poterle capire a pieno!

… ora siamo pronti ad entrare nel vivo dell’argomento startup!

Innanzitutto è necessario mettere in chiaro che cos’è un’azienda e cos’è una società.

L’AZIENDA

L’azienda è l’insieme di beni necessari a svolgere l’attività di impresa che a sua volta è un’attività produttiva e organizzata che impiega capitale e lavoro (proprio o altrui).

L’attività produttiva è quindi un’attività economica in quanto deve avere entrate remunerative. Deve inoltre essere professionale, ovvero deve essere esercitata abitualmente e non occasionalmente.

Prima di spiegarvi anche che cos’è la “società”, ricordatevi che l’iniziativa economica privata è libera purché non violi la legge o rechi danno alla società e ai cittadini! 

LA SOCIETÀ

Può essere costituita da un unico soggetto o da più persone. Esistono due macro categorie:

  • Società di persone (società semplice SS, società in nome collettivo SNC, società in accomandita semplice SAS);
  • Società di capitali (società per azioni S.p.A, società a responsabilità limitata SRL, società in accomandita per azioni SAPA, società cooperativa COOP, società a responsabilità limitata semplice SRLS, startup innovative, piccole media imprese PMI).

Dopo questa breve introduzione possiamo finalmente definire le STARTUP vere e proprie!

LA STARTUP

è la società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, le cui azioni o quote rappresentative del capitale sociale non sono quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione e che ha quale oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico”

Una Startup per formarsi, deve soddisfare diversi requisiti, sia formali che sostanziali.

Inoltre l’atto costitutivo deve essere redatto mediante: atto pubblico o atto sottoscritto con firma digitale secondo un modello uniforme adottato con apposito decreto del Ministro dello sviluppo economico che deve essere trasmesso al competente ufficio del registro delle imprese.

Le  start-up hanno una sezione speciale c/o CCIA per l’iscrizione al registro delle imprese, la domanda avviene in formato elettronico e deve contenere specifiche informazioni richieste. La cancellazione dal Registro è possibile, ma può avvenire solo in determinati casi.

 

Ulteriori attori che si muovono nel mondo delle Startup sono:

L’INCUBATORE CERTIFICATO

“è una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, di diritto italiano ovvero una società europea residente in Italia, che offre servizi per sostenere la nascita e lo sviluppo di start-up innovative”

 STARTUP A VOCAZIONE SOCIALE

Sono quelle Startup Innovative che operano in settori a scopo sociale. Per ottenere questo status è necessario depositare un’apposita autocertificazione al registro delle imprese dal legale rappresentate della società.

 PMI INNOVATIVE 

Sono… l’evoluzione delle Start-up! Le PMI (piccole e medie imprese) sono imprese che occupano meno di 250 persone e che hanno un fatturato (somma di ricavi) annuo che non supera i 50 milioni di euro. Inoltre per essere ammesse allo status di PMI Innovative, le imprese devono soddisfare altri requisiti specifici.

Le differenze principali tra PMI innovative e Start-up:

  • Data di costituzione: per le PMI innovative non vi sono delimitazioni temporali, mentre le start up devono essere costituite da non più di 5 anni
  • Oggetto sociale: una start up innovativa ha come oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, per le PMI innovative non vi sono restrizioni su questo
  • In caso di successo, le start up innovative diventate mature che continuano a caratterizzarsi per una significativa componente di innovazione possono trasformarsi in PMI innovative

 

Passiamo ora alle agevolazioni economiche per le startup… ci sono buone notizie a riguardo!

ESENZIONE DEGLI ONERI

La startup innovativa e l’incubatore certificato sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria al momento dell’iscrizione nella sezione speciale del registro delle imprese.

Sono anche esenti dal pagamento del diritto annuale in favore delle Camere di Commercio. Sono anche previste misure di sostegno durante le varie fasi del suo ciclo di vita: possono ottenere una garanzia sul credito bancario da parte del Fondo di Garanzia per le PMI, che copre fino all’80%.

Altri vantaggi vengono offerti da:

  • Smart&Start Italia che propone finanziamenti a tasso zero per sostenere la nascita e la crescita delle Start-up Innovative
  • L’Agenzia ICE offre servizi scontati per le PMI e le Start-up innovative.

MISURE PER LA RACCOLTA DEL CAPITALE

Il Crowdfunding può essere uno strumento molto valido per finanziare i progetti di Start-Up in quanto è uno ha scopo di raccogliere denaro da più persone, tramite apposite piattaforme o iniziative.

Si divide in donation-based, equity-based, reward-based e social lending… capiamo quali sono le differenze e le principali piattaforme per iniziare!

 

Speriamo di avervi dato degli strumenti utili per muovervi nel mondo delle startup! Se siete intenzionati a fare il primo passo verso la realizzazione di una vostra idea imprenditoriale, date un’occhiata ad alcuni degli incubatori di startup in Lombardia!

Continuate a seguire la sezione News and Tips del nostro sito, dove pubblichiamo nuovi materiali sui temi trattati a lezione!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.