Certificati Online, il processo di digitalizzazione continua

Certificati Online, il processo di digitalizzazione continua

I certificati diventano disponili online, ecco come il processo di digitalizzazione continua a farsi spazio all’interno del sistema burocratico italiano.

Dopo l’avvento dello SPID, era solo questione di tempo prima che molti altri servizi iniziassero (finalmente) ad essere erogati anche online. Dal 15 Novembre scorso sono diventati disponibili online ben 14 tipi di certificati, tra questi l’Anagrafico di Nascita, di Matrimonio, di Cittadinanza e di Residenza (qui trovate la lista completa dei certificati scaricabili online). Questo grande passo avanti permetterà ai vari sportelli pubblici di ridurre notevolmente i propri compiti, ovviamente sarà ancora possibile ritirare tali documenti “in loco”, ma avendo la possibilità di scaricarseli da soli a casa, il gioco diventa nettamente più semplice. A diventare più “snelle” saranno anche le ore di coda che ogni cittadino italiano è abituato ad affrontare agli sportelli per operazioni di qualsivoglia tipo… ecco che finalmente anche in Italia abbiamo deciso di digitalizzarci e accelerare le tempistiche burocratiche.

Non siete molto pratici di computer e dispositivi tecnologici? Nessun problema, i vostri nipoti e nipotini saranno lieti di aiutarvi… attraverso questa nuova modalità sarà infatti possibile “delegare” un proprio parente per il download dei vostri certificati, senza il bisogno di recarsi ad alcuno sportello.

Come fare nello specifico?

Per poter accedere ai vari certificati online di cui si necessita, è necessario in primo luogo avere un’identità digitale SPID (qui il link dove spieghiamo come ottenere lo SPID), dopodichè vi basterà accedere al seguente link – portale https://www.anpr.interno.it/ – e seguire alcuni piccoli passi per accedere ai vostri certificati.

Ecco la guida step-by-step che abbiamo preparato per voi:

Dopo aver cliccato sul link precedente vi si aprirà una schermata come questa:

A questo punto dovrete premere “Accedi ai Servizi al Cittadino”, verrete a questo punto indirizzati alla fase di registrazione, dove vi serviranno le credenziali SPID.

Giunti a questa schermata dovrete accedere tramite le vostre credenziali SPID.

Una volta effettuato l’accesso (il livello di sicurezza dello spid è di livello 2) vi apparirà una schermata come questa in cui dovrete semplicemente scegliere l’azione che desiderate effettuare, in questo caso “Richiedi un certificato”

Dopo aver premuto “Richiedi un certificato” dovrete acconsentire di aver letto le informazioni spuntando la casellina che troverete nella schermata. Successivamente, se il certificato è per voi dovrete selzionare “Richiedi per te stesso”, altrimenti se state agendo per un parente dovrete premere su “Richiedi per la tua famiglia”

Una volta completata questa operazione dovrete semplicemente selezionare il tipo di certificato di cui desiderate entrare in possesso, inoltre è anche possibile scaricare più certificati nello stesso momento. Successivamente doverete scegliere se ricevere il documento per e-mail o se scaricarlo direttamente in formato pdf. Ci sarà un ulteriore specifica che dovrete selezionare, ovvero la presenza o meno del bollo. Nel caso in cui doveste scegliere il rilascio del certificato in carta libera con esenzione specifica da bollo, dovrete anche specificare il motivo per il quale state richiedendo tale documento (per esempio ai fini processuali o per scambio di atti e documenti tra privati e pubblica amministrazione).

Dopo aver selezionato tutte le seguenti informazioni dovrete visualizzare l’anteprima, solo dopo ciò sarà possibile scaricare il certificato, che verrà direttamente salvato nella vostra cartella di download in formato pdf.

Siamo arrivati alla conclusione di questo articolo, speriamo che questa piccola guida possa esservi stata utile e d’aiuto, e che vi abbia aiutato a capirne di più sul processo di digitalizzazione che sta subendo la pubblica amministrazione.

Qui di seguito vi lasciamo il link per iscrivervi alla nostra newsletter e non perdere neanche un aggiornamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.